Adotta una mucca, una capra, un melo. Sentite varie opinioni sulle adozioni proposte da questo gruppo di giovani della Valtellina, ho ritenuto interessante approfondire il tema. Ho  incontrato Michele, ed in seconda battuta Patrick, entrambi referenti di questo gruppo “Adotta una mucca, una capra, un melo”. Amanda Della Moretta è la terza presenza di questo gruppo, ed ho avuto il piacere di conoscerla direttamente nel suo agriturismo. Questo gruppo, a mio avviso sperimentale, è stato talvolta criticato anche in modo duro, alimentando in me un certo interesse mel conoscere realmente e di persona la vera intenzionalità dello stesso. La mia prima direzione è stata quella di appurare se le critiche fomentate verso il gruppo di “adotta una mucca – una capra – un melo, avessero alla base un qualcosa di fondato, o semplicemente un aprire bocca senza sapere ( in questo caso anche facilità nel “postare” opinioni, visto che gli attacchi piu’ concreti sono arrivati sul famoso e più usato network); in secondo luogo, quello di appurare di persona, qual’è il vero messaggio e l’intento del gruppo “Adotta una mucca – una capra – un melo”. Le opinioni e le critiche negative vanno rispettate, e non è mio compito contestarle, ma quello che posso fare è semplicemente raccontare quello che ho visto e potuto ascoltare, con una mia opinione personale, giusta o sbagliata che sia, ma sicuramente dettata almeno da un incontro  diretto con gli interessati, sul posto e presso le rispettive aziende agricole.

Quello che dice il Web

Ho letto alcuni articoli sul web, relativi al gruppo “Adotta una mucca – una capra – un melo”, e probabilmente questi articoli cercavano nel loro scritto una presentazione positiva del gruppo, ma leggendo, leggendo e ancora leggendo, a mio avviso hanno creato, invece, un boomerang negativo per il gruppo…E non da poco. Come dici?? Ti stai chiedendo perchè?? Semplice….I messaggi passati dal web, sono stati in alcuni casi recepiti come una forma di compromesso (termine diplomatico), proposto dal gruppo e velato dalla parola “adozione”. Inoltre, sappiamo tutti che esistono i non amanti della carne, quindi immaginate la confusione creata.

La mia opinione: non è un business – non è un ricatto

Non mi interessa cosa fanno altre organizzazioni relativamente alle adozioni di animali, mucche, capre, o altro….Da quello che ho visto e quello che ho potuto recepire nel colloquio avuto con questo gruppo valtellinese, il loro messaggio, le loro iniziative sul campo, e quello che si aspettano come ritorno, non è sicuramente un piano strategico che possa in qualche modo determinare un business; non ho trovato segretari, uffici dedicati, oppure addetti alle pubbliche relazioni, ironicamente scrivendo. E’ complicato pensare che qualcuno si sia svegliato al mattino immaginando che le adozioni per i propri meli, mucche o capre, possano in qualche modo generare così tanto denaro da poter stare tutto il giorno, come diceva qualcuno, a pettinare le bambole ….Comunque non in questo modo, sia come il gruppo si presenta e sia nella sua assente organizzazione di stampo aziendale; parliamo di piccole aziende agricole che vivono sui risultati prodotti esclusivamente dal loro impegno personale.

Il loro messaggio

E’ semplice! E’ intelligibile….Il succo del loro discorso è:

Faccio un lavoro che amo, un lavoro di altri tempi, un lavoro che mi occupa il tempo in modo tale che non posso permettermi di desiderare anche un solo giorno di vacanza, non posso decidere del mio tempo, ma ho una sola priorità: il mio lavoro, quello che ho voluto. Le piante, gli animali non conoscono soste, ed io giorno dopo giorno sono il responsabile, l’unico responsabile a cui chiedere prima di addormentarmi, se ho lavorato bene e con la dovuta e sentita responsbilità. Ho coinvolto la famiglia, sia come sostegno morale, che nei sacrifici e le rinunce comuni, ma nulla è mediamente difficile…E’ solo tutto difficile, perchè lavorare la terra, produrre ottimi e genuini prodotti da una filiera dove il protagonista è l’animale, oggi non ha spazio e considerazione in un mondo totalmente digitale, con idee ed atteggiamenti esclusivamente futuristici….Quando si accorgono di te? Quando scoprono la differenza, quella differenza fatta di sapori, di profumi e di emozioni che sanno portarti in un tempo passato dove tutto questo era normale.

Azienda Agricola Patrick Ricetti

Adotta una mucca – Una capra – Adotta un melo. Esatto…Puoi adottare un melo per aiutare chi ancora crede in questo lavoro e desidera far arrivare sulla tua tavola mele che meritano…Capito??? Veramente mele, con un gusto, un sapore ed un profumo che ti spinge a dire ” Ok, queste sono mele…Le ricordavo cosi..😊 Da sempre Patrick Ricetti ha avuto la passione anche per la frutticoltura, e pertanto inizia a coltivare i meli. Grazie ad alcuni ettari di frutteti piantati e lavorati, produce un buon quantitativo di mele e anche un ottimo succo di mele ( che ho provato…) ottenuto da spremitura diretta dal frutto.
Dal 2017 ha aderito e fa parte del gruppo “Adotta una mucca, una capra, un melo”. Infine, tanta passione per questo lavoro.
Se vuoi adottare un melo, di seguito il link diretto alla pagina di adozione del sito di Patrick:  www.aziendaagricolapatrickricetti.it/adotta-un-melo
Azienda Agricola Peretti
L’azienda agricola Peretti nasce nel 1998, iniziando quasi per gioco da una piccola passione, modificata successivamente in un vero e proprio lavoro. Prati e pascoli coltivati e quantificati in circa dieci ettari, si estendono tra la Valdisotto, Bormio e Valfurva dai 1200 ai 2000 metri di altitudine…Chi puo’ negare di essere in piena Valtellina? Tutto ruota intorno ad una quindicina di vacche di razza bruna che disegnano un tipico allevamento di montagna a gestione familiare dove il legame tra uomo e natura si fonde in una unica cosa.
Il punto di forza dell’azienda agricola Peretti è nella trasformazione del latte in ottimi formaggi, rigorosamente prodotti a latte crudo, ottenuti da lavorazioni tradizionali che vanno dal classico latteria grasso, semi grasso e magro, ad una linea di freschi al “furmagin de baita”, i caprini spalmabili, ma anche la pasta filata come il fiordilatte prodotto di montagna.

Azienda Agricola Lì Spondi

Di seguito, Amanda,  presenta la sua azienda:

L’azienda agricola Della Moretta nasce ancor prima che io nascessi…mio papà LUIGI proviene da una famiglia di contadini e lui per hobby ha sempre tenuto animali, prima pecore e poi capre meticce. La svolta si ha negli anni 90 quando decide di acquistare una decina di caprette di razza Camosciata Delle Alpi.

La stalla si trova a LISCEDO, una piccola contrada di APRICA, dove le capre passavano il periodo invernale, mentre dalla primavera all’autunno avveniva il passaggio in VAL BELVISO.

Nel giro di pochi anni il numero di animali cresce e non riuscendo più a stare nella piccola stalla di Liscedo, Luigi decide di costruire l’attuale struttura dove ci trasferiamo nel febbraio del 1996; la struttura non è ancora completamente ultimata, mancano fieniele,caseificio e cantina, ma la stalla per le capre è pronta, ed iniziano i primi parti.

Pian piano vengono ultimate anche le parti mancanti e finalmente viene inaugurato il CASEIFICIO.

Inizia la produzione di formaggio ed io, che ho sempre adorato le capre e la passione del papà, inizio con tanta passione questa nuova avventura.

Nonostante i miei impegni scolastici quando posso aiuto sempre il papà e questa mia forte passione diventa ben presto il mio lavoro. Nel 2003 divento la titolare dell’azienda agricola e nel 2006 apriamo il nostro piccolo agriturismo per poter vendere i nostri prodotti al meglio.

Dal 2015 faccio parte del gruppo, uno staff fantastico fatto di gente di cuore che ha voglia di aiutare piccole aziende agricole, come la mia, per affrontare questo difficile momento italiano.

Chi è interessato ad approfondire l’argomento adozione proposta dal gruppo, puo’ visitare le seguenti pagine di Facebook:

 

 

Torna alla Home

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.