Alto lario, i pedoni hanno il colore dell’asfalto. Per adesso ho potuto notare questo atteggiamento verso il pedone solo in Alto Lario, ma ci sarà occasione di appurare presto anche in Valtellina, che molti automobilisti ed autisti dei bus, non hanno assolutamente rispetto delle strisce pedonali, e mi riferisco in particolare sulla strada principale che costeggia il lago…Per intenderci la SS340, e siamo in Alto Lario. Fate molta attenzione, e soprattutto se avete bambini al seguito. Inoltre, il pericolo aumenta con la bella stagione e l’arrivo dei turisti, dove perennemente il collo e girato a guardare il lago. Infine c’è la categoria dei “adesso ti faccio vedere quanto corre la mia macchina costosa”….E qui, non sono solo i turisti a fare da padroni. Il limite è 50 km/h…Rispettiamolo, e rispettiamo i pedoni.

Nota per i pedoni: le strisce pedonali, zebre (chiamatele come volete), non sono una vocazione al suicidio….Capisco che abbiamo l’ispirazione del lago, ma è bene non tuffarsi sulle strisce pedonali solo perchè il pedone ha la precedenza assoluta, ma guardare, valutare e se occorre aspettare; soprattutto, se vedo arrivare una macchina ad alta velocità, io aspetto….Ingannando l’attesa con qualche pensiero non proprio fiabesco…Ma aspetto! 😡


9 commenti

Riccardo · Aprile 24, 2018 alle 10:36 am

Giusto!

Adriana · Aprile 29, 2018 alle 1:21 pm

Queste valutazioni sono utili per tutti. Chi vuole rispettare i limiti di velocità, spesso è vittima di alcuni che iniziano a lampeggiare e suonare.

Adriana · Aprile 29, 2018 alle 1:57 pm

Volevo sottolineare che se si procede a 50 km all’ora come da limite di velocità’ alle persone non va bene e si permettono di suonare il clacson e lampeggiano senza ritegno. Ogni altro commento è superfluo.

    Without Feeling · Aprile 29, 2018 alle 11:08 pm

    Ciao Adriana, comprendo il nervoso causato dalla pressione di molti che pensano di stare in un autodromo. I limiti di velocità esistono, e questo dovrebbe essere capito ed accettato da tutti.

ROBERTO · Aprile 29, 2018 alle 2:14 pm

Tutto vero. Ho sempre il terrore quando ho i bimbi con me. Il rispetto reciproco ormai è solo un ricordo.

Alessia · Aprile 29, 2018 alle 5:56 pm

Con l’arrivo dei turisti, il fenomeno è peggiorato.

Ignoto · Maggio 5, 2018 alle 11:03 pm

I have been surfing on-line greater than three hours nowadays, but I never discovered
any interesting article like yours. It’s lovely value enough for me.
In my view, if all site owners and bloggers made good content material
as you probably did, the internet might be much more helpful than ever before.

    Without Feeling · Maggio 6, 2018 alle 12:51 am

    Thank you so much! It’s nice to have you with us.

Without Feeling · Maggio 7, 2018 alle 1:52 pm

Thank you my friend. I will waiting for you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.